A Glasgow inizia Cop26, circa 200 Paesi per salvare il pianeta


di MARIO TAMBORRINO - È iniziata a Glasgow, in Scozia, Cop26, la ventiseiesima Conferenza delle Parti che vede la partecipazione di circa 200 paesi. Sì svolgerà presso lo Scottish Event Campus di Glasgow e quest’anno il presidente designato è l’ex ministro britannico Alok Sharma.

Sin dall’inizio l’obiettivo del summit è stato dichiarato in maniera piuttosto esplicita dai leader partecipanti: salvare il pianeta e agire in maniera repentina se non si vuole fronteggiare una grave crisi climatica: "le tecnologie, le idee", i finanziamenti ci sono, ma serve "la buona volontà" ha dichiarato Boris Johnson, bisogna fare in modo di ”disinnescare la bomba, l’inizio della fine del cambiamento climatico”, altrimenti le future generazioni “non ci perdoneranno”. Proprio il premier britannico è atteso dopo il G20 svoltosi a Roma, di cui la Cop26 è quasi un seguito “spirituale”, nell’intento di trovare una soluzione pratica alle intese comuni raggiunte nel summit appena concluso. Al riguardo c’è stata anche molta attenzione per l’arrivo a Glasgow dell'attivista Greta Thunberg, alla quale è stata riservata una bella accoglienza.

Oggi e domani sono le giornate dei capi di stato e di governo. Nella seconda giornata della Conferenza dell’Onu sul clima, dalla tarda mattinata di domani comincerà il World Leaders Summit, dove presidenti e primi ministri presenteranno le proposte definite relativamente ad ogni paese.
A Glasgow inizia Cop26, circa 200 Paesi per salvare il pianeta A Glasgow inizia Cop26, circa 200 Paesi per salvare il pianeta Reviewed by Alessandro Nardelli on novembre 01, 2021 Rating: 5

Nessun commento:

Powered by Blogger.