Delitto Meredith Kercher, torna libero Rudy Guede, ora “vorrebbe essere dimenticato”

(FOTO ANSA)

di CLARA LACORTE - Rudy Guede, unico condannato per la morte della studentessa inglese Meredith Kercher a Perugia, è tornato formalmente libero per fine pena.

L’omicidio della giovane, proveniente dall’Inghilterra e in Italia per l'Erasmus presso l’Università di Perugia, avvenne il 1 novembre del 2007 nella casa in cui Meredith viveva. La causa della morte fu una forte emorragia provocata da una ferita al collo.

Rudy Guede venne arrestato in Germania per l’omicidio della studentessa il 20 novembre del 2007, poi processato con rito abbreviato e condannato a 16 anni di reclusione, scontati presso il carcere di Perugia.

Durante un’intervista all’ANSA, Fabrizio Ballarini l’avvocato di Guede, ha affermato: “il magistrato di Sorveglianza di Viterbo gli ha concesso la liberazione anticipata in base all’articolo 54 dell’ordinamento penitenziario e l’ufficio esecuzione ha emesso l’ordine di scarcerazione”; la fine della pena era, infatti, prevista per il 4 gennaio 2022.

L’ivoriano è stato affidato da pochi mesi ai servizi sociali e svolge, giornalmente, attività di volontariato presso la mensa della Caritas e presso la biblioteca di Viterbo.

Durante un’intervista all’ANSA, il professore Claudio Mariani, insegnante al centro di studi criminologi di Viterbo, dopo aver seguito personalmente Guede ha affermato: "Purtroppo sono molte le emittenti e le testate che chiedono di intervistare Rudy. Dico purtroppo perché Rudy non è una star e dopo 14 anni vorrebbe essere dimenticato".

Delitto Meredith Kercher, torna libero Rudy Guede, ora “vorrebbe essere dimenticato” Delitto Meredith Kercher, torna libero Rudy Guede, ora “vorrebbe essere dimenticato” Reviewed by Alessandro Nardelli on novembre 23, 2021 Rating: 5

Nessun commento:

Powered by Blogger.