L’appello alla Cooperazione dei Paesi alla CoP26. Sì lavora a un accordo sulla decarbonizzazione


di MARIO TAMBORRINO - Mercoledì è stato il Finance Day per la ventiseiesima Conference Of Parties di Glasgow. Dopo i primi due giorni dedicati agli interventi di Capi di Stato e Ministri, ieri si è discusso del rapporto tra clima e finanza, sugli investimenti e sui tagli del futuro.

Ha aperto la giornata Rishi Sunak, Il Cancelliere dello Scacchiere (equivalente britannico del nostro Ministro delle Finanze), parlando dell’importanza degli investimenti sul clima da parte dei paesi più ricchi, mirati ad aiutare i paesi in via di sviluppo ha detto: “Dobbiamo ricalibrare il sistema economico per arrivare a emissioni zero e accrescere gli investimenti pubblici sul clima”.

Londra investirà 100 milioni di sterline per aiutare i paesi in via di sviluppo nel passaggio alla transizione ecologica, transizione che punta a portare a zero, o perlomeno a diminuire gradualmente, l’utilizzo del carbone come principale fonte di energia. Sul tavolo del summit è arrivato ieri il rapporto annuale del consorzio Global Carbon Project che mostra come i livelli di emissione di diossido di carbonio causate, appunto, dall'uso di combustibili fossili dovrebbero rimbalzare nel 2021 ai livelli pre-Covid e quelli di sostanze inquinanti addirittura superare i precedenti.

L’inviato speciale delle Nazioni Unite e consigliere finanziario di Johnson per la COP26, Mark Carney, ha sottolineato quindi la necessità di cooperare in misura internazionale attraverso «nuove strutture di finanza mista, piattaforme per portare insieme pubblico e privato», come dimostrano gli accordi presi tra G20 e CoP26 e le iniziative di personalità esterne alla politica come Bill Gates, Leonardo DiCaprio e Jeff Bezos.

È in questo contesto che arriva l’accordo sulla decarbonizzazione, sul quale probabilmente si discuterà fino al termine del summit: più di 40 Paesi si impegnano a raggiungere entro il 2030 (proroga al 2040 per i paesi più poveri) l’obiettivo emissioni zero, interrompendo i finanziamenti alle centrali a carbone.
L’appello alla Cooperazione dei Paesi alla CoP26. Sì lavora a un accordo sulla decarbonizzazione L’appello alla Cooperazione dei Paesi alla CoP26. Sì lavora a un accordo sulla decarbonizzazione Reviewed by Alessandro Nardelli on novembre 04, 2021 Rating: 5

Nessun commento:

Powered by Blogger.