L’Unione Europea lavora a un rialzo sulle stime del PIL. Gentiloni: “Rischi di peggioramento”


di MARIO TAMBORRINO - Da Francoforte a Bruxelles, passando per tutte i grandi centri dell’Unione, si lavora per tenere costante la crescita del Pil, soprattutto attraverso lo strumento del Recovery Fund che dà tempo ai Paesi per le riforme, in modo da rilanciare le economie oltre il mero traguardo di recuperare i livelli pre-Covid. Uno sforzo che viene compiuto in vista di un’inflazione che sta galoppando e di una probabile quarta ondata di contagi da COVID-19, nei riguardi della quale alcuni Paesi non sarebbero adeguatamente pronti. Le nuove stime di crescita, che la Commissione europea pubblicherà giovedì 11 novembre, presentano un quadro sul quale si coltiva un cauto ottimismo con una revisione in meglio della crescita 4,8% e 4,5% per l'Eurozona nel 2021 e 2022. Ma il Commissario Ue agli Affari economici Paolo Gentiloni mette in guardia sulle prospettive dominate da "un'alta incertezza", con "alcuni notevoli rischi di peggioramento". Anche tenendo conto delle eventuali restrizioni che adotterebbero i Paesi in caso di recrudescenza di contagi e ricoveri, che andrebbero a colpire soprattutto chi non si vaccina, gli effetti sarebbero comunque significativi, condizionando in peggio la ripresa economica generale.

L’Unione Europea lavora a un rialzo sulle stime del PIL. Gentiloni: “Rischi di peggioramento” L’Unione Europea lavora a un rialzo sulle stime del PIL. Gentiloni: “Rischi di peggioramento” Reviewed by Alessandro Nardelli on novembre 08, 2021 Rating: 5

Nessun commento:

Powered by Blogger.