Renzi: “C’è uno spazio al centro ed è lì che si vince Nel 2022 si andrà a votare”


di MARIO TAMBORRINO -
Ultimo giorno per l’undicesima edizione della Leopolda, il convegno annuale ideato da Matteo Renzi, che ieri è salito sul palco parlando di politica, delle imminenti, almeno per lui, elezioni e del futuro di Italia Viva. Futuro che Renzi immagina tranquillamente lontano dal suo vecchio Partito Democratico, reo di andare “a braccetto coi populisti 5S”, e posizionato al Centro, lì dove alle prossime elezioni, secondo il leader di Iv, nessuno si riconoscerà né con l’alleanza Letta-Conte, né col “centrodestra a trazione sovranista” e dove si può raccogliere un consenso del 10-15%, spingendo paragoni con precedenti illustri come “Scholz in Germania, Biden negli Usa e Macron in Francia”.

Un Centro che verrà occupato senza alleanze, perlomeno non alle condizioni attuali: “Dopo l’apertura al reddito di cittadinanza, credo che Berlusconi abbia un obiettivo diverso dal competere per la leadership di una coalizione che non c’è più”, ma specificando che “Se aprono sul reddito di cittadinanza dico di no”.

Una prospettiva solitaria anche in vista di possibili elezioni: “Secondo me si andrà a votare nel 2022” e aggiunge “Un errore, perché la priorità dovrebbe essere il Pnrr, ma Letta, Conte, Salvini e Meloni hanno un interesse personale, vogliono portare in Parlamento il proprio gruppo di riferimento”.

È qui che alla prospettiva si affianca la sfida, già ribadita dalla fiducia di poter occupare con successo lo spazio del Centro orfano di un potere fisso e basato su consensi: “Saremo al 2%, va bene, ma cosa si perde l’altro 98%?”. In caso di elezioni anticipate “A giugno dobbiamo farci trovare pronti”.
Renzi: “C’è uno spazio al centro ed è lì che si vince Nel 2022 si andrà a votare” Renzi: “C’è uno spazio al centro ed è lì che si vince Nel 2022 si andrà a votare” Reviewed by Alessandro Nardelli on novembre 23, 2021 Rating: 5

Nessun commento:

Powered by Blogger.