Stretta Lamorgese sui cortei no-Green pass, solo sit-in. “Servono regole che proteggano gli altri cittadini”.


di CLARA LACORTE - «Il diritto di manifestare è costituzionalmente garantito, ma esiste anche un bilanciamento dei diritti. Si può manifestare ma servono delle regole che proteggano gli altri cittadini, il diritto al lavoro e il diritto alla salute. Al di là delle manifestazioni No Pass di ogni sabato c’è l’esigenza di tanta parte dei cittadini che ha fatto la vaccinazione, che segue le regole e che ha diritto ad avere spazi sicuri». È con queste parole che, durante l’Assemblea nazionale dell’Anci di Parma, la ministra dell’Interno, Luciana Lamorgese, ha deciso di limitare tutte le manifestazioni no-Green pass.

A partire da ieri, mercoledì 10 novembre, non è più consentito manifestare nei centri storici e nei pressi delle attività. Secondo la ministra, infatti, tali manifestazioni hanno economicamente pesato sulle attività commerciali le quali, secondo una stima di Confcommercio, lamentano perdite di fatturato.

Limitare i contagi è il fine di tali misure, dato che coloro che manifestano sono persone in gran parte non vaccinate. Così come è accaduto a Trieste dove, a causa delle proteste, si è avuto un notevole aumento dei contagi.

Le manifestazioni saranno sit-in o organizzate tramite percorsi già stabiliti.

Ovviamente non mancano le critiche che giungono da Lega, Fratelli d’Italia e Sinistra. In particolare il leader della Lega, Matteo Salvini, si è scagliato contro Lamorgese affermando durante la conferenza stampa alla Camera – “Se vietiamo le manifestazioni perché non siamo in grado di far rispettare le regole, allora il Ministro dell’Interno non sa fare il suo lavoro”.

La decisione ha invece trovato una reazione positiva per Pd, Italia Viva e Forza Italia che si dicono soddisfatti delle misure attuate nei confronti dei cortei.
Stretta Lamorgese sui cortei no-Green pass, solo sit-in. “Servono regole che proteggano gli altri cittadini”. Stretta Lamorgese sui cortei no-Green pass, solo sit-in. “Servono regole che proteggano gli altri cittadini”. Reviewed by Alessandro Nardelli on novembre 11, 2021 Rating: 5

Nessun commento:

Powered by Blogger.