Di Gregorio (PD): No alla CIGO alla Leonardo di Grottaglie


“L’annuncio della cassa integrazione ordinaria per 1049 dipendenti dello stabilimento Leonardo Spa di Grottaglie è un altro duro colpo al sistema produttivo della provincia di Taranto. Un colpo che respingiamo con forza insieme ai lavoratori ed ai loro rappresentanti sindacali”.

Lo ha detto questa mattina il consigliere regionale Vincenzo Di Gregorio (Pd) che è intervenuto all’assemblea dinanzi ai cancelli della fabbrica. “In questo momento più che mai – ha proseguito Di Gregorio – è importante fare squadra e realizzare un blocco unico tra istituzioni e lavoratori per indurre l’azienda a fare marcia indietro sulla cassa integrazione. Dobbiamo restare uniti, questo è il momento della lotta: il tempo delle trattative è finito”.

L’attenzione è rivolta all’incontro con Leonardo Spa in programma lunedì 6 dicembre alle 11 in concomitanza del quale è prevista una grande manifestazione di lavoratori a Roma. “In questi mesi abbiamo avuto diverse interlocuzioni con l’azienda – ha aggiunto l’esponente del Pd – ma l’esito dei confronti non è stato quello auspicato. La condizione dello stabilimento di Grottaglie impatta sicuramente con una crisi globale del sistema aeronautico causato dalla pandemia, ma risente anche di ritardi nelle politiche industriali di Leonardo Spa”.

Secondo Di Gregorio “un gruppo così importante e solido avrebbe dovuto prestare maggiore attenzione alle sollecitazioni dei sindacati, delle forze politiche e istituzionali in direzione dell’ampliamento del ventaglio produttivo dello stabilimento. Grottaglie, infatti, è il solo impianto della Divisione Aerostrutture, la cui attività è incentrata esclusivamente sulla produzione delle sezioni di fusoliera del Boeing 787. La monocommittenza è il vero, grande limite da superare e bisogna farlo in maniera rapida ed efficace”.

“Lunedì a Roma – ha concluso Di Gregorio - bisogna far sentire la voce dei lavoratori, ma non solo. E’ importante che ci siano anche la politica e le istituzioni. Ho sollecitato il presidente Michele Emiliano che segue con attenzione la vicenda ed ho portato la vertenza Leonardo Spa anche all’attenzione del sen. Dario Stefàno (Pd). Revoca della cassa integrazione e diversificazione produttiva, queste le richieste da portare con forza nella trattativa che si aprirà a Roma”.
Di Gregorio (PD): No alla CIGO alla Leonardo di Grottaglie Di Gregorio (PD): No alla CIGO alla Leonardo di Grottaglie Reviewed by Alessandro Nardelli on dicembre 03, 2021 Rating: 5

Nessun commento:

Powered by Blogger.