La coraggiosa scelta delle scuole che decidono di “viaggiare”


Il concetto di viaggio di scoperta entra nelle scuole italiane grazie alla lettura e alla contestuale proiezione di foto e filmati. È con questa formula che lo scrittore ed esploratore Gaetano Appeso riesce a trasmettere agli studenti le emozioni dei suoi viaggi esplorativi nei cinque continenti.

Gaetano Appeso, Ufficiale della Marina Militare Italiana, allo scopo di comprendere, descrivere e documentare culture e tradizioni di popoli che, nonostante l’informazione contemporanea, vivono in aree geografiche che risultano ancora parzialmente inesplorate, ha intrapreso viaggi estremi, molti dei quali in zone remote del pianeta come la Siberia, il deserto del Gobi, la foresta amazzonica e il circolo polare artico. I suoi resoconti sono diventati libri letti e studiati in molte scuole italiane. Ma il viaggio descritto nei suoi libri non è solo geografico, è anche interiore: una profonda esperienza che costringe ad affrontare paure, difficoltà ed incertezze da cui si trae un prezioso insegnamento: viaggiare non è solo conoscere il mondo, è anche scoprire se stessi.

Gli studenti di oltre venti istituti scolastici quest’anno hanno letto, o stanno leggendo, i diari di viaggio dello scrittore Appeso, che proprio in questi giorni è rientrato nella sua terra, la Puglia, per incontrare i ragazzi dell’Istituto Casavola D’Assisi e dell’Istituto Tommaso Fiore in provincia di Bari.

“È molto importante viaggiare - sostiene l’autore - perché permette di vedere il mondo in modo diverso, apre la mente, amplia la nostra visione e sviluppa in noi un senso di adattamento e predisposizione verso ciò che viene considerato diverso. Viaggiare ci insegna a coesistere”.

La ricerca di un consapevole sviluppo della maturità personale, intesa come capacità di rapportarsi in modo costruttivo, propositivo e creativo con la realtà scolastica ed extrascolastica, ha portato molti istituti scolastici a promuovere incontri con lo scrittore viaggiatore per consentire ai propri studenti di raggiungere una formazione completa, sia dal punto di vista professionale che educativo sociale, nel pieno rispetto delle diversità culturali, etniche e religiose.

Gli incontri con gli studenti pongono come obiettivi primari la maturazione umana, civile e sociale della persona, il pieno rispetto delle diversità culturali, etniche e religiose, il contrasto ad ogni forma di discriminazione.
La coraggiosa scelta delle scuole che decidono di “viaggiare” La coraggiosa scelta delle scuole che decidono di “viaggiare” Reviewed by Alessandro Nardelli on dicembre 17, 2021 Rating: 5

Nessun commento:

Powered by Blogger.