Mattarella, valzer per un addio


di MARIO TAMBORRINO - È iniziato il giro tradizionale di saluti di fine anno per il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella. Un valzer particolare quest’anno, perché, ufficialmente, è l’ultimo dell’attuale Capo Di Stato, a circa un mese dalle elezioni per il Colle.

Ieri mattina, c'è stato un incontro privato di 45 minuti tra il Presidente e Papa Francesco, nella Sala della Biblioteca del Palazzo Apostolico in Vaticano, al termine del quale si è tenuta la presentazione del seguito e lo scambio dei doni. Pietro Parolin, Segretario di Stato vaticano, presente anch’egli, ha voluto commentare la visita: “[…] è stata un po’ triste, perché quando ci si congeda è sempre triste, ma è stata improntata ad un senso di gratitudine per quello che ha fatto nel settennato […]”; già a margine di un evento commemorativo, Parolin aveva parlato della più alta carica dello Stato, auspicando per la prossima elezione un Presidente di “discrezione” e “fermezza” come, a suo avviso, lo è stato Mattarella.

Sempre ieri, il giro di saluti è continuato, facendo tappa al Palazzo del Quirinale, dove si è svolta la tradizionale cerimonia di presentazione degli auguri di Natale e di fine anno al Presidente della Repubblica, da parte del Corpo Diplomatico. Sì è parlato di immigrazione, cambiamento climatico e transizione energetica, che sono le sfide del futuro che l’Italia dovrà apprestarsi ad affrontare. Ma l’attenzione è stata catturata dalla dichiarazione con cui il Capo di Stato ha aperto il suo discorso: “Oggi, per me, è anche l’occasione di un commiato” ha detto Mattarella, lasciando, di fatto, ben pochi dubbi sul suo futuro.

Una dichiarazione che sembra allargare ulteriormente il divario tra l’attuale Presidente e una sua possibile rielezione e che si pone in una linea di continuità con quanto già fatto trapelare, in maniera più implicita, in occasione di un incontro dedicato ai 20 anni dalla morte di Giovanni Leone, svoltosi a metà novembre al Quirinale; l’attenzione al tema della non rieleggibilità, introdotto dall’ex Presidente Leone, era stato interpretato come un segnale della volontà di Sergio Mattarella di non proseguire oltre con un altro mandato, volontà rievocata in maniera più o meno esplicita in altre occasioni.
Mattarella, valzer per un addio Mattarella, valzer per un addio Reviewed by Alessandro Nardelli on dicembre 17, 2021 Rating: 5

Nessun commento:

Powered by Blogger.