Meloni ad Atreju: “Repubblica presidenziale madre di tutte le riforme”


di MARIO TAMBORRINO - Nella giornata di ieri si è svolta l’ultima giornata di Atreju, la kermesse organizzata da Fratelli di Italia e tenutasi da lunedì 6 dicembre a piazza Risorgimento, a Roma. Dal palco, Giorgia Meloni ha parlato dei programmi che il suo partito vuole proporre e, in particolare, di come vorrebbe cambiare le modalità di elezione del Presidente della Repubblica: la soluzione, per la leader, sarebbe di passare dalla Repubblica parlamentare, che considera “un pantano”, alla Repubblica presidenziale, vista come “la madre di tutte le riforme”, con un Presidente che viene eletto dal popolo “e che al popolo risponde”. 

Si formalizza la rottura col Partito Democratico, col quale, dalla platea, si chiedeva se potesse mai esserci occasione di “fare rete”, cioè di condividere obiettivi in comune: “Il Pd cerca un Presidente della Repubblica gradito ai francesi, […] la sinistra ha fatto il procacciatore degli interessi francesi”, concludendo con un riferimento esplicito al suo segretario: “Palazzo Chigi è di fatto l’ufficio stampa dell’Eliseo e Letta è il Rocco Casalino di Macron”. 

Una rottura che di fatto compromette le previsioni di Enrico Letta, il quale, intervistato in diretta da “Corriere.it” lo scorso giovedì, aveva aperto alla partecipazione di Meloni, ma in generale delle forze d’opposizione, per l’elezione del Capo dello Stato: “Sono favorevole alla maggioranza larga. […] Tutti devono partecipare, si rinnova la più alta carica dello Stato”. Lo stesso giorno, Letta era stato ospite ad Atreju, confermando, comunque, le sue opinioni: “Io penso che Draghi stia facendo molto bene e se resta a Palazzo Chigi è positivo, ma ne parleremo a gennaio”. E sostenendo la linea di un’elezione a larga maggioranza, aggiungeva: “Non mi sembra che questa sia la caratteristica che contraddistingue l’ipotesi di candidatura di Berlusconi. E’ contraddittoria”. 

Anche ieri, a Piazza Risorgimento, non si è potuto fare a meno di nominare il Cavaliere, possibile candidato del centrodestra; Meloni non si è esplicitamente sbilanciata, ma ha parlato di Silvio Berlusconi come un profilo che “rispecchia quello che stiamo cercando”, cioè “un patriota”. Più esplicito Matteo Salvini, ospite venerdì della convention di FdI: “Berlusconi è candidato vero” afferma il leader della Lega, che nei giorni scorsi aveva pure dichiarato l’intenzione di contattare tutti i leader dei partiti per trovare un accordo per il Colle, non si esclude, a certe condizioni.
Meloni ad Atreju: “Repubblica presidenziale madre di tutte le riforme” Meloni ad Atreju: “Repubblica presidenziale madre di tutte le riforme” Reviewed by Alessandro Nardelli on dicembre 13, 2021 Rating: 5

Nessun commento:

Powered by Blogger.