Valentina Pitzalis, sfigurata dal marito nel 2011, ha ricevuto oggi una mano bionica


di VERONICA CARACCIOLO - Nel 2011 il marito di Valentina Pitzalis le diede fuoco con il tentativo di ucciderla, morendo poi carbonizzato nell’incendio. Quel gesto atroce le lasciò il viso deturpato e la privò di una mano e di parte del braccio sinistro.

Oggi, dopo 10 anni e 32 interventi, Valentina è la prima persona in Italia ad aver ricevuto una mano bionica di nuova generazione (Nexus), personalizzata e senza il bisogno di un intervento chirurgico.

“Oggi per me è una giornata fantastica e se sono arrivata fino a qui è grazie a tutte le persone, e sono tante, che da dieci anni mi aiutano. È importante che le donne non siano mai lasciate sole. Se qualcuno mi avesse spiegato certe cose prima, forse non sarei mai arrivata a patire tutto questo”, ha affermato Valentina Pitzalis.

A Torino, accanto a lei, c’era anche Riccardo Perdomi, presidente dell’associazione “Fare X Bene”, il quale non l’ha mai lasciata da sola durante questi anni. Proprio grazie a questa associazione e al suo sostegno economico, è stato possibile l’acquisto della protesi.

“Questa mano ha un valore di circa 40mila euro, ma – spiega Valentina – lo Stato finanzia al massimo 15mila euro. Purtroppo senza il denaro raccolto dall’associazione Fare X Bene, che in questi anni mi ha supportato, oggi non avrei la mia nuova mano”.

La Pitzalis è da sempre il simbolo della lotta contro la violenza sulle donne e negli anni ha indetto degli incontri, soprattutto nelle scuole, raccontando la sua storia affinché questa non possa più ripetersi.
Valentina Pitzalis, sfigurata dal marito nel 2011, ha ricevuto oggi una mano bionica Valentina Pitzalis, sfigurata dal marito nel 2011, ha ricevuto oggi una mano bionica Reviewed by Alessandro Nardelli on dicembre 17, 2021 Rating: 5

Nessun commento:

Powered by Blogger.